I filosofi e la musica

Hans Georg Gadamer: l’orizzonte della comprensione 

In “Verità e metodo”, uno dei classici del pensiero contemporaneo, solo in due passi Hans-Georg Gadamer parla della musica. Ne parla di passaggio, come un riferimento incidentale, all’interno di un discorso più generale sull’opera d’arte. Un lettore, anche puntuale,  che sia preso però dalle questioni più ampie e più serie che vengono sollevate da quel libro epocale, non presterà particolare attenzione a questi passi che gli sembreranno sì funzionali ma marginali.

Read More: Gadamer, L'orizzonte della comprensione. I filosofi e la musica di Stefano Cazzato

NICO MORELLI

Unfolkettable Two

Cristal Records, 2016

Certo che la Musa che ha inventato il Jazz di armonie e cromie ne aveva tante in mente… S’è tanto parlato di un Jazz nato vicino alle sponde del Nilo, d’uno sorto fra i Tuareg, d’uno originato sulle sponde atlantiche dell’Africa o nel Mediterraneo Maghrebino oppure in Medio Oriente. A dire il vero, il mistero rimane.

Ecco, invece noi pensiamo che il Jazz sia nato un po’ ovunque, con molti padri ed un’unica madre (la Musa, ovvero la Musica) disponibile ad incontrare i respiri più intensi e misteriosi delle Terre di questa parte dell’Universo che si chiamò Nebulosa, Archeano e Pangea,  lasciando poi a Sud l’immensa massa della Gondwana, ove probabilmente s’è incontrata la moltitudine d’idee del Musical Melting Pot: e in questa macroregione (ma vai a saperlo con certezza…) qualcuno prese a cuore i mélanges delle scale musicali vorticandoli nelle molteplici magie locali.

Read More: Nico Morelli, Unfolkettable Two

Molester sMiles ‎

Social Music

Milk - Minds In a Lovely Karma, 2016

Dall’idea che Miles Davis espresse circa il proprio Sound (“It’s  Social Music” ebbe a dire in una nota intervista concessa a Bryan Gumbel nel 1984 per un “Today Show” della NBC-TV) prende corpo una performance edotta dal fascino per l’eclettismo elettronico che il Genio di Alton agitò con tagli espressionisti nel periodo jazz-rock, passando a connubi con gli effetti più appariscenti ed esaltanti degli anni 70 e con attenzione primaria agli stati di coscienza creati dal Suono.

Read More: Molester Smiles, Social Music

 Giuseppe Cucchiara, Dado Moroni, Stefano Bagnoli

Cookin’ Hot

Abeat 2016

Sappiamo come sia privilegio del Trio, da Bill Evans ed Errol Garner in poi, l’espressione più diretta dei colori intimi spesso tramite armonie “diverse”, e come esso sia il luogo deputato per reinterpretazioni personali spesso “cantando” le linee melodiche e levigando le armonie, lasciando che il fraseggio voli libero nel pensiero più creativo.

Read More: Giuseppe Cucchiara, Cookin'Hot

I filosofi e la musica

Plotino: l’anima 

L’uomo si preoccuperà del corpo “fin tanto che è possibile, come un musicista si preoccupa di una lira fintanto che è possibile usarla:altrimenti la cambierà con un’altra, o smetterà di usarla, e si asterrà dal suonarla, dovendo attendere a un altro compito senza di essa; cantando senza strumenti, trascurerà la lira che gli giace accanto. E tuttavia questo strumento non gli è stato dato invano all’inizio: spesso ne ha fatto uso” (Plotino, “Sulla felicità”, Einaudi, 2016, pp. 82,3).

Read More: Plotino: l'anima.i filosofi e la musica di Stefano Cazzato

 

Lucia Settequattrini, AL GREEN Io sono un cantante

Soul Books,Volo Libero, Milano 2016 (pp. 106), Euro 12,00 

«Non c’è un inizio vero e proprio […] mi piace pensare al fatto che l’anno in cui sono nata ha segnato l’uscita del suo primo disco». Così Lucia Settequattrini, insegnante d’inglese – o meglio, insegnante che insegna a non odiare l’inglese nelle scuole superiori e conduttrice radiofonica – introduce il suo bel libro su Al Green, Io sono un cantante, per la collana Soul Books magistralmente curata da Alberto Castelli.

Read More: Lucia Settequattrini, Al Green.io sono un cantante .di I.B.Protopapa

La rinascita della filosofia oggi: natura e dialogo

Una lettura del libro di Orlando Franceschelli, Dio e Darwin, Donzelli Editore pp. 168  € 12,50

Dio e Darwin, il cui importante sottotitolo recita «Natura e uomo tra evoluzione e creazione», è il frutto di un lungo percorso di ricerca filosofica che ha impegnato per anni l’autore, Orlando Franceschelli, professore di filosofia e storia al liceo e poi docente universitario presso la facoltà di filosofia dell’Università «La Sapienza» di Roma.

Read More: La rinascita della filosofia oggi. Una lettura del libro di Orlando Franceschelli, Dio e Darwin....

I filosofi e la musica:Walter Otto

L’armonia apollinea 

Risalendo indietro nel tempo alle origini della musica, affondando la sguardo nei miti e nella sapienza omerica, ci imbattiamo in Apollo, il dio della misura e della bellezza, della luce e della calma, che delizia con la sua lira gli dei e gli umani, a condizione che  questi vogliano ascoltarlo. Perché - scrive il filosofo Walter Otto -  la musica di Apollo non è per tutti, ma solo per “chi è amico del mondo rischiarato di forma”.

Read More: Walter Otto, L'Armonia Apollinea, I Filosofi e la Musica, di Stefano Cazzato

Millennium Spirit

Produttore esecutivo Roberto Cola, 2016

Millennium Spirit è un’interessante realtà nel panorama rock romano, un quartetto giovanissimo che intende incontrare mondi espressivi al di fuori degli schemi commerciali: testi spontanei, etica alternativa ed anti-autoritaria, distacco dalle convenzioni tecniche per una scelta di forme espressive basate soprattutto sull’impatto sonoro, colori strumentali  ”garage ”imperativi e sintetici. Il Band Leader Gabriele Castagna frequenta il Liceo “Carducci” in Roma dove ho la fortuna d’insegnare: lo incontro e gli propongo di parlare del progetto. Un esempio di “Buona Scuola”, mi sembra ...

Read More: Millennium Spirit

 

 

Marco Trabucco

A Long Trip / With You

Abeat 2016

Nelle esperienze di chi vive il proprio viaggio musicale come ricerca non tutto viene portato alla massima espressione, privilegiando ciò in cui si rispecchiano eventi emotivi ritenuti (a torto o a ragione, nessuno potrà mai dirlo) più importanti, più formativi, più evolutivi; questo, forse, il motivo per il quale ogni performance venga proposta come Viaggio spesso non incontra facile leggibilità da parte di chi ascolta, perché, appunto, ogni Viaggio è personale, diverso da persona a persona e da artista ad artista.

Read More: Marco Trabucco, A Long Trip/With You

Bebo Ferra Trio

Voltage

Abeat 2016

In linea con lo spirito e l’affabilità dei suoi propositi musicali, Bebo Ferra risponde alla propria esigenza di dar spazio alle azioni d’un cammino il cui spazio jazzistico è altrettanto intrigante quanto il titolo che reca il proposito dell’album: un Voltaggio che, Caleidoscopio avvolgente nell’Intorno, chiama a sé i moduli emotivi d’un album nel quale le frazioni chitarristiche divengono frammenti portanti per un definitivo viaggio personale, qual è lecito a seguito delle magnifiche collaborazioni con Enrico Pieranunzi, Enrico Rava, Billy Cobham, Franco Ambrosetti, Mike Stern, Danilo Rea, Maurizio Giammarco, Furio di Castri, Al Foster, Pietro Tonolo, Paolo Damiani, Paolo Fresu, Franco D'Andrea, Michael Rosen.

Read More: Bebo Ferra Trio, Voltage

Accesso Utenti