alessandro quasimodo legge una poesia di giuseppe cappello su sting

Visite: 793

 

Alessandro Quasimodo legge una poesia di Giuseppe Cappello su Sting 

 

Alessandro Quasimodo, attore teatrale e poeta, figlio del Premio Nobel per la Letteratura Salvatore Quasimodo, legge la poesia di Giuseppe Cappello, I cromatismi del Tyne, dedicata a Sting.

Puoi vedere e ascoltare il video al link qui di seguito

https://www.youtube.com/watch?v=g_EDpg3kuVI&t=4s

 

Una produzione Aletti Editore 2018

 

I cromatismi del Tyne

 

Il ferro dei binari inchioda il grigio uggioso del cielo sulla città del Tyne

Il sibilo arrugginito degli scambi

Stridono i freni sugli ultimi metri della corsa

Scendono con gli strusci neri del carbone sulle guance

La cipria della fatica sul volto dei minatori

Lentamente avvolge le strade la scura cosmesi della notte

Nel locale, fra il fumo, le birre e lo slang,

una voce e il ferro delle quattro corde

Inchiodano la notte alle leggi del cielo

Armonie che tessono le danze dei pianeti nel firmamento

Nelle carni delle nebbie e del carbone, del ferro e della pioggia,

scorre fra le anime il bagliore del blues.

 

La poesia fa parte della raccolta poetica Giuseppe Cappello, Dì d’infinito, Edizioni del Faro 2015

 

 

 

 

Accesso Utenti