Visite: 159

Dario Cellamaro Swingsuite 5et

20th Anniversary

AlfaMusic 2017

Ed anche stavolta ci siamo. Dello Swingsuite 5et di Dario Cellamaro ricordo due bei dischi con Clark Terry (Mani pulite, Old Magic Music 1997, e Second Time, DFV Music 1999) ed ora, a distanza di qualche anno dal live Samira (AlfaMusic  2008), lo incontro di nuovo in un album pieno di anima jazz, un jazz non “a portar via” bensì denso di dialoghi, di alternanze strumentali di interessante fattura, di un “sapersi trovare” al di là di ogni eccitazione mainstream nel sincero amore per Blue Notes di eccellente qualità, di fragranze seducenti, vibranti di modernità e, allo stesso tempo, di quella tradizione di cui non possiamo e non vogliamo fare a meno.  

 

Assoluta coerenza nella scelta di una tracklist per ricordare la nascita dello Swingsuite 5et: 8 brani originali a firma del demiurgo batterista e 3 perle del firmamento jazzistico a nome Eddie Gomez, Woody Shaw e Clark Terry che, a giusta memoria, compongono il corpo centrale di un omaggio mai autoreferenziale e dedicato col cuore ad uno specchio musicale nel quale rifrangere le proprie trasformazioni, i propri idilli, i propri incanti, le proprie estasi (dalle calde improvvisazioni e dal riff brioso di “It’s so difficult” all’intimo divagare di “Daddy, dateless love”, dall’eccellente climax coltraniano di “The moontrane” all’evanescente crepuscolare di “Claudia”, dal sussulto Bop di “Bird my dear”, che immaginiamo per le magie di Charlie Parker, al palpito lunare della ballad “Ninho”).   

Evviva! Tutte le nuances del bel jazz scivolano eleganti e composte nel sapiente pianismo di Carlo Uboldi, nella vivace pastosità colloquiale di una sezione fiati composta da soli due elementi (Emilio Soana alla tromba ed al flicorno, Danilo Moccia al trombone) che paiono quattro o sei o per l’abilità di costruire fraseggi, soli e corpi affini degni di big band, nell’ineffabile prontezza dinamica di una ritmica  misurata e di notevole spessore (Antonio Cervellino al contrabbasso e Dario alla batteria). 

Ascoltato tutto d’un fiato, “20th Anniversary” induce a scrivere tutto d’un fiato, senza cancellature e omissioni, col sorriso di chi riconosce nei decenni che passano la nobile portanza di un jazz a cinque stelle, la passione e l’eloquenza, l’immaginazione ed il senso d’appartenenza ad una Casata di Maestri dello Stile, del Buon Gusto, del Groove più accogliente e coinvolgente che si possa attendere. Jazz is Jazz…

Fabrizio Ciccarelli

Dario Cellamaro drums and percussion; Carlo Uboldi piano; Antonio Cervellino double bass; Emilio Soana trumpet and flugelhorn; Danilo Moccia trombone

1 It’s so difficult 5.41

2 Una domenica a san salvo 6.57

3 Simo’s fun 5.29

4 Street smarts 5.41

5 Daddy, dateless love 5.07

6 The moontrane 2.51

7 Claudia 9.56

8 Bird my dear 5.07

9 Blues for k.k. 4.12

10 Ninho 7.12

11 Walkin’ around a coffee 6.14

Total Time 64.35

All composed by Dario Cellamaro except: 4 by Eddie Gomez 6 by Woody Shaw, 9 by Clark Terry

Production coordinator Fabrizio Salvatore

Accesso Utenti