Visite: 1142

NORMA WINSTONE

DESCANSADO- SONGS FOR FILMS 

ECM 2018 / distribuzione Ducale
 

Norma Winstone, raffinata jazz singer con sessant’anni di scena, non smentisce la sua naturale predisposizione per un canto sommesso ed introspettivo osservando 12 eccellenti ricordi filmici, arrangiati da Glauco Venier e Klaus Gesing per questo Descansado dalle cadenze emotive assorte, ispirate più al Divino della Musica che all’estemporaneo Impromptu. 

L’interpretazione è estremamente attenta e composta, la dizione studiata nei minimi dettagli, diretta da una cura serissima così come garba al patron dell’ECM Manfred Eicher, buon demiurgo che da sempre osserva con scrupolosa attenzione le linee estetiche delle proprie produzioni, anche se nel caso della vocalist inglese reale bisogno non ce n’è, come sa chi conosce le sue attitudini e le sue convinzioni in ambito vocale. 

Certamente leggere in modo originale le melodie di film più che noti non è impresa da poco senza correre il rischio del “bel canto” in narrativa compiaciuta che intenda incontrare il favore della Critica grazie a Bellezza vocale e Simpatia in senso etimologico…ma la Winstone, che crediamo lontana da esigenze di pubblico conforto e da qualunque pubblica gratificazione, riesce con naturalezza a dirigere l’ispirazione verso emozioni che chi ascolta può avvertire proprie, intense ed empatiche. 

Personalmente trovo avvolgente e coinvolgente il dialogo crepuscolare del Il Postino (pentagramma di Luis Bacalov) punteggiato dal commento chiaroscurale di Klaus Gesing al clarinetto basso, la penombra lirica di Amarcord (Nino Rota!), il tema drammatico di Taxi Driver (Bernard Herrmann per il capolavoro di Martin Scorsese), ricostruzioni per una Classica Contemporanea ridisegnata dal pianismo apollineo di Glauco Venier in ascendente armonia con il clima rarefatto e mistico di Mario Brunello al violoncello e con l’essenziale apporto di Helge Andreas Norbakken alle percussioni.  

Limpide Sospensioni affabili ma spesso tutt’altro che semplici, un’Umanità complessa nelle Parole ulteriori scritte (e descritte) da un’artista di Carisma superiore destinata ad occupare una posizione rilevante nel Luogo Futuro di ciò che sarà della Musica Moderna. 

Fabrizio Ciccarelli 

 

Norma Winstone, voce; Klaus Gesing, clarinetto basso, sassofono soprano; Glauco Venier, pianoforte; Helge Andreas Norbakken, percussioni; Mario Brunello, violoncello, violoncello piccolo. 

His Eyes, Her Eyes (The Thomas Crown Affair); What Is A Youth? (Romeo and Juliet); Descansado (Ieri, Oggi, Domani); Vivre Sa VieLisbon StoryMalenaIl PostinoAmarcordMeryton Townhall (Pride and Prejudice); Touch Her Soft Lips And Part (Henry V); So Close To Me Blues (Taxi Driver)Vivre Sa Vie.

 

Accesso Utenti