Visite: 1988

Guido Manusardi Trio, Swingin, Abeat 2018 

 

Di tanto Jazz Guido Manusardi è ancora Maestro in un Mondo tra mainstream e propositi moderni: Laurea Honoris Causa per le sue frasi melodiche, i suoi panorami cangianti, il suo sound fortemente lirico e propositivo, la mutevolezza emotiva dei suoi veli jazzistici sempre in grado di esprimere decenni di Blue Notes secondo pagine e pagine di Storia e Storie sempre emozionanti, sempre alla ricerca del maggior affetto possibile dal suo pianoforte sensibile, sincero, di gran classe e di gran cura estetica.

Classe 1935, Manusardi è un musicista che della propria esperienza non fa semplicità d’immagine o “mestiere”: il suo è un linguaggio espressivo quanto ancor oggi in pochi sono in grado di esprimere, espressivo quanto la sua Cultura e la sua Memoria (dalle collaborazioni con Johnny Griffin, Red Mitchell, SlideHampton, Roy Eldridge, Art Farmer, Dexter Gordon alle performance a Montreux , Los Angeles e Hollywood), uno dei pochi italiani inclusi da Leonard Feather nella sua Jazz Enciclopedia, uno dei padri fondatori del nostro Jazz, senza che tutto ciò comporti il desiderio o l’urgenza di creare un mero album di ricordi - che comunque volentieri avremmo ascoltato - come chiarissimo nelle intenzioni di Swingin, in Trio col “ragazzo del 1938” Gianni Cazzola alla batteria e Roberto Piccolo al contrabbasso. 

Exactly Like You come Incipit di tanto Swing è magnifico preludio all’energia vitale sprigionata dalla fluidità di You Stepped Out Of A Dream, dall’eleganza di When Lights Are Low e Quiet Now, prologo e proscenio per la propria Prova d’Autore Mr G, piéce esemplare per i nostri giovani pianisti che intendano comporre partiture e/o bilanciare arrangiamenti per la triade regina del Jazz, piano-contrabbasso-batteria. 

Poi altri passi che scaldano il cuore: l’originale lettura di Love For Sale di Cole Porter, con tanto di scintillante improvvisazione, il petit cadeau Three Flowers dal genio modale di Mc Coy Tyner, la fantasia intuitiva di I’ll Remember April, l’avvolgente Sentire di Softly As In A Morning Sunrise, sino alla Passione della bellissima evergreen Just Friends e del secondo Take di You Stepped Out Of A Dream, posto come Sigillo estetico e Specchio Magico nel quale intravedere – come meglio non avrebbe potuto dire Dado Moroni - “la combinazione perfetta di esperienza, passione, curiosità , swing, rispetto per la tradizione e creatività, ingredienti perfetti per definire un vero grande Jazzman”.        

Un grande Jazzman, verissimo.  

Fabrizio Ciccarelli  

 

GUIDO MANUSARDI (p)
ROBERTO PICCOLO (b)
GIANNI CAZZOLA (ds)

1 EXACTLY LIKE YOU (JIMMY MCHUGH)
2 YOU STEPPED OUT OF A DREAM (NACIO-HERB-BROWN)
3 WHEN LIGHTS ARE LOW (BENNY CARTER)
4 QUIET NOW (DENNY ZEITLIN)
5 MR G (GUIDO MANUSARDI)
6 LOVE FOR SALE (COLE PORTER)
7 THREE FLOWERS (MCCOY TYNER)
8 I'LL REMEMBER APRIL (RAYE-DE PAUL)
9 SOFTLY AS IN A MORNING SUNRISE (SIGMUND ROMBERG)
10 JUST FRIENDS (JOHN KLENNER)
11 YOU STEPPED OUT OF A DREAM (TAKE 2) NACIO HERB BROWN

 

Accesso Utenti