Visite: 1646

Francesca Ajmar Quartet feat.Hector Costita Bisignani, Estrada do Sol, Abeat 2019 

 

Effetto Brasileiro, Bossa Nova nei temi assorti della Saudade ed in quelli ampi della Felicidade, denominati dalla comunanza artistica di ottimi musicisti e di una bella voce, quella di Francesca Ajmar, che sicuramente merita attenzione per la sua maniera di colorare in maniera sempre attenta e diversa la melodia principale, ripensando in modo rispettoso ma autonomo la lezione stilistica dei maestri Tom Carlos Jobim, Elis Regina, Chico Buarque ed Edu Lobo. 

La vocalist appare completamente a proprio agio nell’improvvisazione così come nella cura della timbrica vocale e dell’espressività, sia per una salda preparazione tecnica che per l’esperienza maturata nell’ambito delle Blue Notes e della ventennale docenza: il suo è comunque e soprattutto un canto fatto di concentrazione emotiva e spontaneità, testimoniato da sette interessanti album che rivelano molto circa la sua considerevole cultura musicale e la sua abilità nello scegliere sempre ottimi musicisti per la realizzazione dei propri progetti, così come accade in questa performance disegnata da Hector Bisignani al sax, Carlo Nicita al flauto, Michele Franzini al piano, Alberto Graziani alla chitarra, Tito Mangialajo Rantzer al contrabbasso e Vittorio Sicbaldi alla batteria.   

Dialoghi raffinati e meditati in versione jazzistica, come estetica Bossa vuole: vivacità ritmiche e vaporosi tessuti armonici la cui intensità è quasi tangibile tra sezione ritmica, pianoforte e fiati, in un temperato accordo che rende omaggio alla scuola compositiva del Brasile nelle luci vivide e nelle tenui penombre di un Songbook elegante e poetico, sillabato con entusiasmi mai fané o sulla via dell’eccesso folklorico.   

Credo non riduttivo indicare alcune dimensioni di Estrada do Sol come esempio di lettura della tradizione coniugata in pagine moderne agili e brillanti: la Chanson d’Aubade “Madrugada”di Candinho e Marino Pinto, l’effervescente tropicalista“Cèu e Mar”di Johnny Alf, il tempo meditativo e lirico di “Estudio misterioso”di Lilu Aguiar, una carezza volta nel pathos solistico di uno dei sax tenore carioca più noti e più bravi, Hector Costita Bisignani, intenso rapsodo della fine elegia di “Fotografia” di Tom Jobim, istantanea di un album abile nel periodare discorsi ariosi e sfumature ornate da impronte jazzistiche personali e piacevolissime sinuosità cantabili. 

Fabrizio Ciccarelli

 

Francesca Ajmar: voce
Hector Costita Bisignani: sax tenore, clarinetto
Carlo Nicita: flauto
Michele Franzini: pianoforte
Alberto Graziani: chitarra 
Tito Mangialajo: contrabbasso
Vittorio Sicbaldi: batteria

1

Madrugada

Written-By – Candinho (3)Marino Pinto

6:49

2

Música

Written-By – Carlo NicitaFrancesca Ajmar

5:43

3

Céu E Mar

Written-By – Johnny Alf

6:36

4

Estudo Misterioso

Written-By – Lilu Aguiar

7:28

5

Tito

Written-By – Francesca Ajmar

6:35

6

Viola Fora De Moda

Written-By – CapinanEdu Lobo

5:33

7

Fotografia

Written-By – Tom Jobim*

6:32

8

Menina Flor

Written-By – Luiz BonfáMaria Toledo

4:19

9

Estrada Do Sol

Written-By – Tom Jobim*, Dolores Duran

 

 

Accesso Utenti