Visite: 1727

Enzo Anastasio, Through the sky, AlfaMusic 2108

 

Aprire un disco come Through the sky di Vincenzo Anastasio è davvero un gran piacere, chiuderlo è quasi impossibile perché, se ci si può sanamente divertire, è anche vero che di classe e vigore non mancano le maiuscole per lo Smooth Jazz ed il Funk di un sassofonista di quelli bravi, ma veramente bravi.

Nella tracklist le sue composizioni fanno una bellissima figura, accostate a delizie essenziali come For your Love di Stevie Wonder (punto esclamativo) e Stare bene a metà di Pino Daniele (doppio punto esclamativo), arrotondate nel groove e nell’estemporaneità dell’esecuzione innanzitutto da una ritmica guizzante (Jimmy Earl al basso e Gregg Bissonette alla batteria) e poi da solisti in grandissima forma, e tutti per una formula jazzistica improntata a eclettismo ed improvvisazione (Federico Luongo che percorre tutto il suo sapere di chitarra moderna, bravo come del resto Mario Nappi alle tastiere, Paolo Sessa per tastiere e synth bass, Gianfranco Campagnoli alla tromba e Alessandro Tedesco al trombone).

Non si cade mai nella banalità dell’easy listening  (che pur tanto Smooth ha prodotto) né tanto meno l’intenzione di Anastasio è quella di rivisitare certi suoni sornioni di Fourplay, Special EFX, Larry Carlton, Bob James o Joe Sample, semmai dar nuove coloriture ai passaggi fusion di  Grover Washington Jr., David Sanborn e George Benson, tanto per dar personali punti di riferimento a chi legge.

La voce del sax di Anastasio è corposa, creativa e fluente nel fraseggio, immediata nel clima Live che si respira, arguta nell’interplay secondo un’idea d’assieme già esplicitata nel surreale Pop- Kitsch della copertina di Angelo Ciaramella (un Kitsch nel quale “impera la dittatura del cuore”, come lucidamente asseriva Milan Kundera ne “L'insostenibile leggerezza dell'essere”, p. 256, Milano, Adelphi, 1989): certo, perché un’ Anima Pop Art certamente esiste nell’album, a partire dall’Incipit, l’estemporaneo di Cycling in Venice beach e delle due divertite vocette di Cicci and Bongy (“ciao papi”…credo i due figli dell’artista).

Questo disco (non si fosse capito) mi piace molto perché coniuga la tradizione Bop alla Fusion intesa ad ampio raggio, dove ognuno conosce il proprio ruolo e sa suonare assieme nell’interesse di un Sound contemporaneo e solare: dal fluido trasparente di Broken Heart (e qui si sente come il nostro ci sappia fare) e dal ritmo coinvolgente e brillante di Waiting for an Answer (acidi e trascinanti i registri della sei corde di Luongo e gli effetti tastieristici di Nappi) al superlativo soul di For your Love per la calda voce di Cheryl Porter ed i magnifici backing vocals di Kalind Haynes e Kaita Kerr (ribadisco il “punto esclamativo” per l’omaggio alla versione originale del grandissimo Stevie Wonder in  “Conversation Peace” del 1995, due meritatissimi Grammy per la miglior “R & B Male Vocal Performance” e la miglior “R & B Song”), all’intenso commovente frammento di Stare bene a metà di Pino Daniele, chiosa chiara e luminosa di una performance sentita come l’avrebbe detta Pinuccio stesso nella sua filosofia tutta Sud e Blues: “ 'A vita è 'nu muorzo, nun me fà' 'ntussecà'”. Che, tradotta a braccio filologico, suonerebbe: “la vita è breve, lasciati andare alle emozioni e non mi turbare più di tanto…”

Fabrizio Ciccarelli        

1 Cycling in Venice beach (Vincenzo Anastasio) 1:28

2 Cicci and Bongy (Vincenzo Anastasio) 4:49

3 Broken Heart (Vincenzo Anastasio) 7:43

4 Waiting for an answer (Federico Luongo) 6:27

5 For your love (Stevie Wonder) 3:24

(feat. Cheryl Porter, Kalind Haynes, Kaita Kerr)

6 Cloud (Vincenzo Anastasio) 6:49

7 Polarity (Mario Nappi) 4:00

8 Breath of North Figueroa (Vincenzo Anastasio) 5:26

9 Stare bene a metà (Pino Daniele) bonus track 1:24

Enzo Anastasio alto & soprano sax, flute -Federico Luongo Guitar- Mario Nappi Piano & key-  Paolo Sessa Piano/key & synth bass- Gianfranco Campagnoli Trumpet - Alessandro Tedesco Trombone.

Special Guests

David Garfield Piano & key, Gregg Bissonette Drums, Jimmy Earl Bass, Cheryl Porter (voce in For Your Love), Kalind Haynes (voce in For Your Love), Kaita Kerr (voce in For Your Love), Claudia De Curtis (voce in Cloud).

Produced by Enzo Anastasio for AlfaMusic Label & Publishing.

Production coordination Alessandro Guardia & Fabrizio Salvatore (AlfaMusic).

 

Accesso Utenti