Visite: 1656

Lorenzo Masotto, Frames, Lady Blunt Records 2019

Un album bello ed ispirato quello di Lorenzo Masotto: un Frames che agisce sui centri tonali chiarissimi di un incontro tra l’equilibrio di armonie classiche e le tensioni oniriche di un Pathos  proiettato verso soluzioni formali oltrecontemporanee.

10 frames, immagini in esposizione dipinte secondo un’arte musicale ampliata al massimo delle possibilità espressive a mio avviso indicate non solum sed etiam dall’impressionismo di Claude Debussy e Maurice Ravel, dal geniale minimalismo di Philip Glass e dall’Ambient multimediale di Brian Eno; quadri postminimalisti e immaginifici che avvolgono per sensibile delicatezza, radiante gradevolezza e abilità strumentale; 10 quadri ideati dal Masotto compositore e arrangiatore, patron di espansioni liriche grazie anche alla voce di Stefania Avolio, al violino di Laura Masotto e al violoncello di Leonardo Sapere, che rendono lucida e comunicativa l’Intenzione di realizzare un album dalle fattezze notturne e metropolitane.

La performance  è ispirata al viaggio del Nostro nei deserti americani  ed alla profonda scoperta della Natura quale portatrice di Vita e Discrezione. E senza dubbio tale suggestione si avverte in pagine di intensa tensione emotiva quali “Frame” (piccola suite d’amour screziata da suggestivi passi elettronici), l’ampio meditato di “Arles”, il metafisico duo voce/piano di “Reverbs”, l’impercettibile astrattezza impercettibile delle variazioni ritmiche e tonali di “September Air”: astrattezze trasposte in folio dalle luci crude e trascendenti della copertina ideata dal graphic designer Alessandro Lugoboni e dalle eccellenti opere dell’ingegnoso photographic and installation artist Christophe Piallat.

Questa è la Via per un Suono aperto ad una libertà creativa che condividiamo e consideriamo intelligente (e piacevole) Intuizione del Futuro.     

Fabrizio Ciccarelli

Composizione ed esecuzione: Lorenzo Masotto

Voce: Stefania Avolio (Reverbs, Yaki Point)

Violino: Laura Masotto (Orion, Nighthawks)

Violoncello: Leonardo Sapere (Orion)

  1. Frame 8:00
  2. Arles 6:24
  3. Reverbs 5:31
  4. Nighthawks 6:25
  5. You 6:09
  6. September Air 7:59
  7. Yaki Point 5:04
  8. Orion 5:15
  9. Synchronic 7:22
  10. Death Valley 4:42

 

 

 

Accesso Utenti