Visite: 591

 

Nicola Pisani

Cypriana

Autoprodotto 2015

Come colori del Mediterraneo, il Pathos è immerso in un intenso slancio estetico, con forti prolusioni discorsive-recitative e una visione musicale la quale, ancor che vicina ad uno spontaneo accostamento alle avanguardie del primo 900, narra un eccellente approccio ad un Sound afro-americano ampliato in forme visionarie magrebine e balcaniche, che del jazz contemporaneo traducono il vigore metropolitano in metamorfosi rock di grande corpo strutturale.

 

E' un album multiforme e possente, dedicato al “durissimo percorso intrapreso da Cipro per raggiungere nel 1960 l’indipendenza dall’Inghilterra che, subentrata dalla dominazione turca, represse con violenza inaudita la ricerca di autonomia e libertà del popolo cipriota”, come il Maestro Pisani ricorda nella presentazione inviata ai giornalisti. Tralasciando (ma non dimenticando) il Fatto Storico, memori di quanto sedicenti alfieri della democrazia operarono al di fuori dei propri seni materni, amati e curati in patria ma vergognosamente ignorati al di là di quelli, accogliamo le Note e le Immagini di un Poema in Musica colto, vigoroso e ispirato ad un viaggio di libertà che, come speriamo per tutti, amiamo più d'ogni cosa.

Il destino del Concerto per “Solo Voice, Narrator, Jazz/Traditional Ensemble and Choir” è nelle spontanee fattezza della registrazione dal vivo, nella bellezza del Mito  (uno pseudo-Ulisse evocato fra Coltrane e Coleman, fra gli impulsi rinascimentali, le leggere sinuosità dell’ Oud e le elegie klezmer di Violino ), come in “Thalasses” e nell’onirica “Insulae”, suite contemporanea per ottoni in Blue Notes, Echi Afro di percussionismi arcaici e allo stesso tempo postindustriali, sostenuti dall’aggressiva acidità di magneti Metal  sintetici e sferzanti.

Il “parlare futuro” del compositore e direttore d’orchestra Nicola Pisani ci rende figli di una stessa Terra, mai interrotta da evoluzioni incontrollate, mai incline alle benevolenze di un Pensiero rassicurante: i Cinque Misteri della Libertà trascolorano in una Magia di linguaggio universale, profondamente lirico e coinvolgente nella sua aperta emotività.  

Fabrizio Ciccarelli      

  1. Thalasses
  2. Conduction n. 52
  3. Insulae
  4. Cypriot Popular Song
  5. Musiki

Accesso Utenti