Bob Dylan

Shadows In The Night

2015 (Columbia)

Di fatti e misfatti Mr. Dylan ne ha compiuti molti nel corso della sua lunghissima vita discografica, dalle vette di “Like a Rollin’ Stones”, “Just Like a Woman” e “Knockin’ on Heaven’s Door” a prove un po’ sbiadite nell’ambito del South Rock e del Blues Rurale.

Read More: Bob Dylan, Shadows

Brian Eno & Karl Hyde

Someday World

Warp, 2014

La ricerca stilistica e melodica che ha contraddistinto ogni evento discografico di Brian Eno trova oggi un ulteriore elemento di scoperta, conducendo nel proprio mondo interiore Karl Hide, voce, chitarra e synth degli Underworld, non esattamente una personalità immune dall’istinto visionario che riconosciamo quale prima identità musicale di un album fortemente voluto da questi due cultori dell’Inusuale e delle forme più emotive del Rock elettronico.

Read More: Eno & Hyde, Someday World

 MARCO BRACCI

THE DARK SIDE OF THE MOON

Viaggio nell’identità dei Pink Floyd

Aereostella 2013

Non di rado nell’ambito del Rock hanno avuto luogo eventi discografici di macroscopica grandezza commerciale che, senza che gli artisti stessi se ne rendessero conto, hanno segnato un passo decisivo verso una maturità ed una consapevolezza che sarebbero divenute Vette di Raffronto per le generazioni a venire.

Read More: Bracci, The DarK Side of the Moon

Fabio Giachino

Balancing dreams

Tosky Records 2015 

Non ha ancora trent’anni il pianista torinese Fabio Giachino ma rivela la maturità e la consapevolezza e l’equilibrio per dominare con uno sguardo personale registri musicali diversi come dimostra questo intenso e colto lavoro per la Tosky Records

Read More: Fabio Giachino, Balancing Dreams

Vijay Iyer Trio

Break Stuff      

ECM  2015, Distribuzione Ducale

Il monologo, l’impressionismo, l’anticipo del pensiero ulteriore, le note non omologate, le cadenze ipnotiche, gli urti del non accettar limiti, si avvertono quali caratteristiche espressive di un album che vive d’intuizioni

Read More: IYER- Break Stuff

Chris Potter Underground Orchestra

Imaginary Cities

ECM 2015, distribuzione Ducale

Titolo perfetto. Le città immaginarie di Chris Potter percorrono tempi e spazi jazzistici fra i più creativi nell’ambito della musica orchestrale, con attenzione particolare all’andamento sia moderno che classico, avvolto da  descrizioni agili, talora misteriose talora vellutate ed ampie, esplorate in una personale rivisitazione del concetto di Suite.

Read More: Potter - Imaginary Cities

Bob Dylan

Shadows In The Night

2015 (Columbia)

Di fatti e misfatti Mr. Dylan ne ha compiuti molti nel corso della sua lunghissima vita discografica, dalle vette di “Like a Rollin’ Stones”, “Just Like a Woman” e “Knockin’ on Heaven’s Door” a prove un po’ sbiadite nell’ambito del South Rock e del Blues Rurale.

Read More: Dylan- Shadows

 

Reinhold Kohl

Giorgio Gaber … io mi chiamo G e sono ancora qui...

Prefazione di Marco Travaglio

Aereostella 2015

Attraverso l'intenso memorialismo del Bianco e Nero vivono ancora (e non semplicemente “rivivono”) le parole ed i tanti volti del “nostro” Gaber,

Read More: Kohl-Gaber

Flo

D’amore e di altre cose irreversibili

Agualoca Records -2014

D’amore e di altre cose irreversibili segna l’esordio di un connubio inedito e molto interessante: quello fra l’intensa vocalità Flo, la produzione artistica del chitarrista/compositore Ernesto Nobili e la produzione esecutiva della Agualoca Records,

Read More: Flo- D'amore...

EDOARDO PESCE

SPREGEVOLE

Spregevole: un testo (di Dario D'Amato) e un’interpretazione unica (di Edoardo Pesce) che non a torto possono essere definite un vero e proprio “rosario della rabbia”. In scena dal 7 al 10 maggio al Teatro Ambra alla Garbatella di Roma e diretto dal giovane regista Gabriele Galli, Pesce affronta un monologo duro e cruento che denuncia il rancore di un disincanto svanito, quello per la propria città, Roma, alla pari di qualsiasi amore scaduto.

Read More: Pesce "Spregevole"-Cellini

 

 

Wrong Play My Lord

Teatro Parioli Peppino De Filippo 9-10 ottobre 2015

Quando la tragedia per eccellenza diventa inaspettatamente motivo di risate e simpatico coinvolgimento da parte del pubblico, si può solamente rimanere stupiti.

Read More: Wrong Play My Lord- Emanule Cellini

Accesso Utenti