Massimo Donno

Partenze

Visage Music 2014, Distribuzione Materiali Sonori

Come tutti sappiamo, quando si immaginano Partenze a rapire la Mente non è tanto l’Arrivo quanto il Percorso, poiché il vero senso del Lasciarsi Dietro è la necessità del Viaggio, che è l’essenza stessa dell’Itinerario che si sceglie

Read More: massimo donno, partenze

 

Eridana

It Decay

Autoproduzione 2015

Il linguaggio dei Magneti ha spesso reso il disincanto e lo svanire di poetiche underground narrate nel “male di vivere” dei ricordi perduti e delle pause riflessive espresse dall’Indie Rock italiano.

Read More: eridana

 

Florio Bianchi Intorre Trio

Roots Interchange

Autoprodotto, Elios Registrazioni Audiovisive 2015

Il Soul Jazz, appassionata ricerca estetica di tanti ottimi musicisti negli anni 60, prevede colloqui intensi al di fuori delle rotte più convenzionali per attuare, nell’immediatezza dell’interplay, una descrizione totalizzante dello Stile e soprattutto dell’emozione, come dimostrarono Les McCann, Lonnie Smith, Jack McDuff e Jimmy Smith.

Read More: Florio Bianchi Intorre, Roots Interchange

Embryo

Twenty Wax Records, 2015

Descritta da una cover liquida quale “immagine dell’intenzione”, la performance Embryo evoca un’ emozione primitiva nella quale si muovono 12 percezioni elettroniche e minimaliste, allegorie di suoni che per brevità definiremo “ambient”

Read More: Embryo

Pink Floyd

The endless river                                   

Parlophone 2014

Al di là delle indagini filologiche sulla genesi dell’album e sull’ipotesi di Scarto discografico fra il 1993 ed il 1994, se ancora oggi desta attenzione una simile sequenza di inediti, una ragione estetica ben ci sarà.

Read More: Pink Floyd, Endless River

Bob Dylan

Shadows In The Night

2015 (Columbia)

Di fatti e misfatti Mr. Dylan ne ha compiuti molti nel corso della sua lunghissima vita discografica, dalle vette di “Like a Rollin’ Stones”, “Just Like a Woman” e “Knockin’ on Heaven’s Door” a prove un po’ sbiadite nell’ambito del South Rock e del Blues Rurale.

Read More: Bob Dylan, Shadows

Brian Eno & Karl Hyde

Someday World

Warp, 2014

La ricerca stilistica e melodica che ha contraddistinto ogni evento discografico di Brian Eno trova oggi un ulteriore elemento di scoperta, conducendo nel proprio mondo interiore Karl Hide, voce, chitarra e synth degli Underworld, non esattamente una personalità immune dall’istinto visionario che riconosciamo quale prima identità musicale di un album fortemente voluto da questi due cultori dell’Inusuale e delle forme più emotive del Rock elettronico.

Read More: Eno & Hyde, Someday World

 MARCO BRACCI

THE DARK SIDE OF THE MOON

Viaggio nell’identità dei Pink Floyd

Aereostella 2013

Non di rado nell’ambito del Rock hanno avuto luogo eventi discografici di macroscopica grandezza commerciale che, senza che gli artisti stessi se ne rendessero conto, hanno segnato un passo decisivo verso una maturità ed una consapevolezza che sarebbero divenute Vette di Raffronto per le generazioni a venire.

Read More: Bracci, The DarK Side of the Moon

Fabio Giachino

Balancing dreams

Tosky Records 2015 

Non ha ancora trent’anni il pianista torinese Fabio Giachino ma rivela la maturità e la consapevolezza e l’equilibrio per dominare con uno sguardo personale registri musicali diversi come dimostra questo intenso e colto lavoro per la Tosky Records

Read More: Fabio Giachino, Balancing Dreams

Vijay Iyer Trio

Break Stuff      

ECM  2015, Distribuzione Ducale

Il monologo, l’impressionismo, l’anticipo del pensiero ulteriore, le note non omologate, le cadenze ipnotiche, gli urti del non accettar limiti, si avvertono quali caratteristiche espressive di un album che vive d’intuizioni

Read More: IYER- Break Stuff

Chris Potter Underground Orchestra

Imaginary Cities

ECM 2015, distribuzione Ducale

Titolo perfetto. Le città immaginarie di Chris Potter percorrono tempi e spazi jazzistici fra i più creativi nell’ambito della musica orchestrale, con attenzione particolare all’andamento sia moderno che classico, avvolto da  descrizioni agili, talora misteriose talora vellutate ed ampie, esplorate in una personale rivisitazione del concetto di Suite.

Read More: Potter - Imaginary Cities

Accesso Utenti