Brian Eno: Sisters (Generative Music 2017)

Geometrie lisergiche e Moto perpetuo.

Innanzitutto vogliamo uscire, prima ancora d’averla presa in considerazione, dalla querelle circa la gestazione dell’album, a parere d’alcuni inficiata dal fatto che i brani siano gratuitamente scaricabili da chi abbia acquistato l’App ideata da lui stesso con il software designer Peter Chilvers, che produce un flusso ininterrotto di musica basato su permutazioni degli elementi sonori di “Reflection” (Warp 2017) selezionati da un sistema di algoritmi.

Read More: brian eno, sisters

Mother Lion: Vanta Black

“Non creare un nuovo linguaggio da usare, quanto una strada, un viaggio particolare da percorrere insieme per pensare a come entrarci…” Ezra Pound

Giovane band romana, è un piacere presentare i Mother Lion: tre ragazzi schivi delle mode e ben concentrati su quello che giovane fu al tempo del miglior Rock, quando giovane significava ampliare al massimo le barriere del gusto musicale e della ricerca tecnica per strumenti sino ad allora per musica d’élite o di pop privo di significati estetici rilevanti. Con gusto innovativo e contemporaneo il Trio legge, reinterpreta e dà nuova linfa ad un Sound di assoluta attualità, senza ricorrere a effettismi saccenti o stilismi narcisistici, come dimostra l’autoprodotto “Vanta Black”, il loro EP di recente pubblicazione.

Read More: mother lion, vanta black

Giovanni Scasciamacchia trio

My land

Abeat 2017        

Un jazz di sicura identità storica, un Jazz che istruisce al buon gusto e al rinascimento culturale, un Jazz che rievoca (e riscopre) il carattere accogliente delle plurime geografie swing che, soprattutto in Italia, hanno mantenuto una chiarezza espositiva ed un decoro stilistico da far invidia al mondo intero.

Read More: giovanni scasciamacchia trio, my land

Keith Jarrett

Creation

Ecm 2015

Fra il Suono e lo Spazio.

Sappiamo che Keith Jarrett non ama riascoltare i propri concerti, e per questo può stupire il fatto che abbia voluto a tutti i costi un album composto non da sequenze di “illuminazioni istantanee”, quelle che a suo dire rappresentano l’essenza primaria della sua performance.

Read More: keith jarrett,creation (fabrizio ciccarelli)

QUARTETTO 19

Narra Fantasmi

Splasc(h) Records, 2017

 “Narra Fantasmi” è titolo enigmatico, forse scelto proprio perché in Enigmi si concentra il contingente dell’Idea, di un’Idea che musicalmente non richiama alcun Logos monodirezionale né alcuna esatta Forma di Genere né alcuna Urgenza Stilistica, se non quella di agire nei Fantasmi dell’Emozione e della Sensazione. 

Read More: quartetto 19, narra fantasmi

Diego Ruvidotti Quartet

Simply Deep

Music Center 2017

Viaggiando per le vie del Jazz è possibile fare incontri interessanti, specie in quella sfera  ormai quasi in via d’estinzione che chiamiamo interplay, condivisione di enzimi naturali di biosfere emotive delle quali o si sta perdendo l’essenza o si sta dimenticando l’urgenza.

Read More: diego ruvidotti quartet,simply deep

 

 

 

PIPPO MATINO ESSENTIAL TEAM

10

Sound Live Records, Wakepress 2017

Registrato live il 10 maggio 2015 al “Ricomincio da tre” di Perugia, l’album vive di atmosfere intense e quanto mai contemporanee, nelle quali la creatività bassistica di Pippo Matino (che è uno bravo) ha modo di spaziare all’interno della sua vasta cultura jazzistica ed anche all’esterno di essa, con interessanti richiami al rock e al funk, delineati in forme impeccabili da primi nomi delle Blue Notes italiane quali Fabrizio Bosso, Javier Girotto e Sergio Di Natale.

Read More: pippo matino essential team, 10

Bottalico, Ciancaglini, Creni, Fumagalli

Alter & Go

Filibusta Records 2017

Quando la Musica diventa Cuore per un’altra Musica prende vita l’Anima di un Jazz in Eterno Divenire: “Alter & Go” è nel battito travolgente  di un Hard Bop privo di reliquie mainstream e libero di ripensare la Coscienza Alternativa che fu straordinaria controcorrente negli anni in cui lo Stile sembrò cristallizzarsi nelle tante forme accondiscendenti nei confronti del nascente grande affare dell’industria musicale, del tutto esterne all’Anima Blue e all’Umanesimo della Creatività innovativa della fine degli anni 50 e della prima metà dei 70.

Read More: bottalico, ciancaglini,creni,fumagalli-alter&go

Dario Cellamaro Swingsuite 5et

20th Anniversary

AlfaMusic 2017

Ed anche stavolta ci siamo. Dello Swingsuite 5et di Dario Cellamaro ricordo due bei dischi con Clark Terry (Mani pulite, Old Magic Music 1997, e Second Time, DFV Music 1999) ed ora, a distanza di qualche anno dal live Samira (AlfaMusic  2008), lo incontro di nuovo in un album pieno di anima jazz, un jazz non “a portar via” bensì denso di dialoghi, di alternanze strumentali di interessante fattura, di un “sapersi trovare” al di là di ogni eccitazione mainstream nel sincero amore per Blue Notes di eccellente qualità, di fragranze seducenti, vibranti di modernità e, allo stesso tempo, di quella tradizione di cui non possiamo e non vogliamo fare a meno.  

Read More: dario cellamaro swingsuite 5et, 20th anniversary

John Coltrane

Togli quel sax dalla bocca…!

«Non c’è mai fine. Ci sono sempre dei suoni nuovi da immaginare. Nuovi sentimenti da sperimentare. E c’è la necessità di purificare sempre di più questi sentimenti, questi suoni, per arrivare a vedere allo stato puro ciò che abbiamo scoperto. In modo da riuscire a vedere con maggior chiarezza ciò che siamo. Solo così riusciamo a dare a chi ci ascolta l’essenza, il meglio di ciò che siamo».

Read More: john coltrane (ilenia beatrice protopapa)

Simone Graziano

Snailpace

Auand 2017

Sorprende dell’album di Simone Graziano la maturità estetica e la fermezza cromatica nel produrre atmosfere rarefatte, nel rendere le energie riflessive di un Keith Jarrett in una metafisica rallentata ed ideata in un livello spazio-temporale fra assoluto lirismo e ombrose figurazioni ECM per Trio (Craig Taborn, Peter Erskine, Vijay Iyer e, primus inter pares, Charlie Haden).

Read More: simone graziano, snailspace

Accesso Utenti