Lucrezio de Seta Trio

Brubeck was right!

Headache Production Record, 2017

Momenti debordanti di groove possente e di swing indiavolato che si alternano e si amalgamano sapientemente a frangenti serafici e profondi. “Brubeck was right!” è il nuovo capitolo discografico firmato Lucrezio de Seta Trio, affiatata formazione costituita da Ettore Carucci (pianoforte), Francesco Puglisi (basso) e Lucrezio de Seta (batteria).

Read More: Lucrezio De Seta Trio, Brubeck was right!

Alessandro Meroli

Broken Jazz Dreams

To Be Jazz, 2017

Rivivere le fascinazioni statunitensi del jazz anni ’20, 30’, ’40, ’50, ’60 e ’70 e respirare l’atmosfera di un’epoca fortunata che ha regalato una pletora di perle compositive intramontabili.  

Read More: Alessandro Meroli, Broken Jazz Dreams

 

Libri: Un attacco alla democrazia?

Recensione per “La crisi infinita” di Filippo Russo

Da qualche anno il professor Filippo Russo segue il tema della crisi su cui ha già pubblicato nel 2014 un libro dal titolo “La crisi indotta” dove da una prospettiva keynesiana criticava il liberismo senza regole e predatorio che ha scatenato la crisi ma anche le soluzioni vetero-marxiste su cui la storia si è già espressa tragicamente. Ma soprattutto si chiedeva: come fa il liberismo, che è la causa della crisi, ad esserne anche il rimedio? A meno di pensare a una cura omeopatica …

Read More: Libri: un attacco alla democrazia? Recensione: Filippo Russo, La crisi infinita . di Stefano Cazzato

    

Guido Di Leone Trio

A lonely flower for you ( to Jim Hall )

Abeat 2016        

Non credo esistano jazzofili che non siano affezionati al sound di uno dei grandi maestri della chitarra jazz, quel Jim Hall sensibile compositore e raffinato esecutore, ancor oggi punto di riferimento per chi voglia pensare alla Sei Corde quale privilegiato strumento per dar vita alle emozioni più profonde. 

Read More: Guido Di Leone Trio, A Lonely Flower For You

Luca Cacucciolo Quartet

New Life Grows

A.MA Records, 2017

Temi cantabili, coinvolgenti e contagiosi di primo acchito, ingemmati da un impasto sonoro ben definito e da un groove sempre presente ed efficace. “New Life Grows” è il nuovo capitolo discografico firmato Luca Cacucciolo Quartet, brillante formazione costituita da Francesco Bianchi (sassofoni), Luca Cacucciolo (pianoforte e piano elettrico), Alex Orciari (basso) e Matteo Rebulla (batteria).

Read More: Luca Cacucciolo Quartet, New Life Grows

Roberto Bonati/ Bjergsted Jazz Ensemble

Nor Sea Nor Land Nor Salty Waves

Parmafrontiere 2016

A proposito dell’ultimo album di Roberto Bonati viene in mente il distico lontano nel tempo di un canto indiano: “danzando con la luna si prende coscienza del cosmo”.

A questa immediata percezione ne unisco subito un’altra, ricordando Ezra Pound: “non creare un nuovo linguaggio da usare, quanto una strada da percorrere per pensare a come entrarci”.

Read More: Roberto Bonati/Bjergsted Jazz Ensemble. Nor Sea Nor Land Nor Salty Waves

Riflessioni sull’alternanza scuola-lavoro

Alternanza scuola-lavoro, o se preferiamo sfruttamento minorile autorizzato. Da due anni a questa parte non sono bastate proteste e manifestazioni per rendere esplicito il fatto che l'alternanza non abbia formato in alcun modo gli studenti, proprio perché è evidente che lo scopo non fosse quello.

Read More: Riflessioni sull'aternanza scuola-lavoro. Chiara Badiali

Dado Moroni, Luigi Tessarollo

Talking strings

Abeat 2016

Che ancora si senta l’esigenza di rileggere pentagrammi storici, senza che la memoria li elevi ad assoluto Detto stilistico, non sorprende, visto quanto noi tutti avvertiamo la necessità di sentire nelle nostre radici il saldo e caldo stimolo che viaggia fra le Forme che furono e l’indecisa onnipotenza della nouvelle vague di una cultura jazzistica che talora stenta ad concedere atti artisticamente significativi.

Read More: Dado Moroni/Luigi Tessarollo, Talking Strings

The MUH Trio (R.Magris, F.Uhlir, J.Helesic )

Prague after dark

Jmood, Kansas, Usa, 2016 

Fa sempre piacere ascoltare un disco di Roberto Magris, il pianista triestino che si divide tra gli Stati Uniti (dove suona, incide e dirige l’etichetta JMood) e l’Europa, dal cui cuore (Praga) non solo geografico ma anche jazzistico viene fuori questo suo ultimo lavoro dove la raffinata tecnica, che più volte abbiamo avuto modo di apprezzare, viene messa al servizio di un progetto dotato di grande espressività e comunicatività.

Read More: THE MUH TRIO (Magris, Uhlir,Helesic), Prague after dark

Come migliorare Tempo e Ritmo

I Capisaldi dell'espressione musicale Di Paolo Lattanzi 

Lo sviluppo di un buon tempo e ritmo dovrebbe essere una priorità per ogni studente di musica, indipendentemente da quale sia il suo strumento. Dopotutto è grazie al tempo che siamo in grado di distinguere diverse idee musicali, che se non fossero organizzate in qualche modo (ritmo) suonerebbero come una collezione casuale di suoni.

Read More: Come migliorare tempo e ritmo. I capisaldi dell'espressione musicale. di Paolo Lattanzi

FRANCESCO DI GIOVANNI (Frankie's Jazz trio)

Rock in Jazz

AlfaMusic, 2017

“Questa è la musica in cui generazionalmente sono nato come musicista, una musica che mi appartiene ed a cui sono appartenuto, e che ancora oggi riesce a regalarmi grandi emozioni. Poi la vita e la mia storia mi hanno portato sui sentieri del jazz: con la maturità mi è sembrato presto un linguaggio più duttile ed universale”.

Read More: Francesco Di Giovanni/Frankie's Jazz Trio, Rock in Jazz

Accesso Utenti