Hits: 1271

Jacopo Ferrazza, Wood Tales, Autoprodotto 2021

Certamente un disco in contrabbasso solo non è un disco di semplice fruibilità, pochi sono gli esempi nella storia del jazz, e ne intuiamo il perché facilmente, come del resto vale per tutte le performance in solo. Ora, ascoltato l’estro, l’abilità compositiva, la cultura dello strumentista, la variabilità nell’uso dello strumento, non possiamo non riconoscere in Jacopo Ferrazza un talento pressoché unico, un’intelligenza lirica, oltre che compositiva, esecutiva ed interpretativa nei 12 brani che compongono il suo Wood Tales (certamente, racconti di suoni lignei, e di qual legno!), un album che ha il pregio della Variatio, della tinteggiatura di climi ed emozioni diverse, performance che vanno da composizioni originali ad evergreen come Stardust di Carmichael, Sophisticated Lady di Ellington, Blackbird, must indiscusso di Lennon e McCartney eseguito con Pathos ed istinto autodescrittivo: tre finezze Blue che rivelano il gusto e l’intenzione del Ferrazza, il suo saper divagare, il suo voler cercare pulsioni diverse all’interno delle potenzialità espressive di un contrabbasso dal legno prezioso, tale da poter dar forma compiuta non solo a suoni jazz ma anche ad andamenti classici, sia tardo barocchi che contemporanei (siano Blue notes o siano Classica contemporanea): perché Ferrazza è, senza dubbio, un conoscitore eclettico che giunge sino alla World Music, rivelando con chiarezza una preparazione ed una capacità intuitiva al fuori dell’usuale, come nell’attenta rilettura del magnifico Les Amantes del Maestro Enrico Pieranunzi, indubbiamente uno dei musicisti europei più sensibili e raffinati.  

Ed  è così che Wood Tales cattura, tocca le anse emotive del nostro esser musicofili, con eleganza e chiarezza, con perfettismi armonici da Bach a John Patitucci alla sublime originalità di Charlie Haden, come Ferrazza stesso dice, giustamente, “dal suono vero, sincero maestro e anche sporco del legno”. Certamente, la perfezione delle imperfezioni, ovvero il Vero della Musica, quella che si ama incondizionatamente.

Fabrizio Ciccarelli

Listen on Spotify!       

Ufficio Stampa: GuidoGaito

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

 

 

 

Login Form